Coppa del Re 2012? Un regalo per Pep

0
318

Al Vicente Calderon nella finale della coppa nazionale spagnola, il Barcellona supera l’Atletico Bilbao con uno secco 3-0. I ragazzi blaugrana offrono a Pep Guardiola il più bel regalo d’addio con il 14 trofeo da aggiungere ad una bacheca che conta campionati nazionali, Champions League, super coppe, titoli mondiali. Guardiola lascia a Barcellona una pesante eredità, quella di aver plasmato un gioco che probabilmente non ha rivali in tutti i tempi, il calcio totale del Barca che anche ieri ha affossato gli avversari.

La pratica è già chiusa alla mezzora del primo tempo, in mezzo alla doppietta di Pedro, sempre presente nei momenti decisivi, si inserisce con insistenza il gol di Leo Messi, realizzato di destro dopo i 26 consecutivi di sinistro. Dal canto suo, la squadra di Bielsa fa davvero poco per contrastare il gioco asfissiante dei catalani, i baschi lasciano praterie agli avversari, appaiono fuori forma e poco determinati, il risultato è scontato e le critiche per il ct biancorosso sono tante: non avrebbe fatto meglio a chiudersi in difesa e pregare gli stessi dei tanto benevoli col Chelsea di Di Matteo?

Imbarazzante parallelo tra la finale di Coppa del Re e quella di Coppa Italia: anche ieri l’inno nazionale che ha aperto la serata è stato sovrastato da una bordata di fischi. La Spagna, come l’Italia, vive aspramente questi tempi di crisi economica e come a Roma, la polemica era indirizzata verso le istituzioni più che alla semplice canzone. Appare ormai inevitabile, il calcio è sempre meno un mondo a parte ed è sempre più coinvolto nel contesto civile e sociale nazionale e internazionale. Chissà se qualche paese non deciderà sul serio di boicottare gli Europei e sia chiaro: non è niente di scandaloso.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here