Anticipi giornata 37: caos su anticipi-posticipi

0
467

Oggi si giocheranno due tra le partite più attese della penultima giornata di serie A, alle 18.00 scenderanno in campo Lecce-Fiorentina, alle 20.45 Roma-Catania.

La decisione di far giocare oggi lo scontro salvezza ha destato e sicuramente ancora lo farà nei prossimi giorni, roboanti polemiche. Già Serse Cosmi, allenatore del Lecce, aveva richiesto seppur in via informale intervistato nel dopo partita della sfida contro la capolista, di poter giocare per lo meno allo stesso orario, e sopratutto lo stesso giorno, del Genoa. Ma la diretta rivale giocherà domani, Domenica alle ore 15.00 contro un Udinese impegnata in una ben più diversa lotta, quella per la Champions League.

A quanto risulta dagli ultimi eventi, per la lega non è possibile vincere lo strapotere delle televisioni, almeno che la squadra coinvolta non porti il nome di Juventus. L’unica partita che è stata spostata di orario è Cagliari-Juventus, che si giocherà come posticipo la domenica alle ore 20.45 in contemporanea con il derby di Milano.

Lo scudetto avrà certamente un importanza maggiore, anche su un piano internazionale dal momento che la Serie A è seguita in tutto il mondo (e che bell’aspetto di noi stiamo mostrando ultimamente), tuttavia snobbare in questo modo la lotta salvezza non solo è un segno di poco rispetto per chi, in fondo, rende il nostro campionato emozionante e vivo fino all’ultima giornata, ma finisce anche per falsare le gare che ancora si devono disputare.

Tra poco tutti penseranno, polemicamente, che non saranno più gli arbitri a “decidere” le partite, ma le televisioni: siamo arrivati ad un punto di non ritorno, e forse ancora non abbiamo toccato il fondo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here