lunedì, Luglio 13, 2020

Arbitri: Banti dirigerà Cittadella-Torino

Sassuolo-Lecce affidata a Tagliavento, Triestina-Frosinone a Gallione

Lecce-Triestina a Guida, Baracani per Reggina-Frosinone

Mazzoleni dirigerà Grosseto-Crotone, Saccani per Sassuolo-Brescia, Velotto per Salernitana-Piacenza

Recuperi, in campo il 30 gennaio

Si tratta di Albinoleffe-Empoli, Cittadella-Ancona, Mantova-Crotone e Sassuolo-Salernitana

Arbitri B: Frosinone-Lecce a Morganti

Questi i direttori di gara per la 24ª giornata del campionato cadetto: per Modena-Salernitana scelto Doveri di Roma mentre per Triestina-Sassuolo è stata affidata a Rocchi di Firenze. Crotone-Empoli sarà diretta da Tommasi di Bassano del Grappa

Arbtri: Pierpaoli per Crotone-Lecce, Frosinone-Empoli a Gervasoni

Gallipoli-Vicenza affidata a Pinzani, Rizzoli dirigerà Mantova-Sassuolo

Lecce-Modena affidata a Rocchi

Ecco le terne arbitrali (più il quarto uomo) designate a dirigeri gli incontri della 25ª giornata. Albinoleffe-Torino sarà diretta da Baracani di Firenze. Sassuolo-Gallipoli a Valeri di Roma

Atalanta, via Colantuno arriva Reja: miglioreranno i numeri della squadra?

Colantuono è stato esonerato dall’Atalanta

Stefano Colantuono non è più l’allenatore dell’Atalanta. Fatale al tecnico la sconfitta con la Sampdoria in rimonta, quarta consecutiva. Al suo posto è stato chiamato Edy Reya.

NUMERI POCO FANTACALCISTICI
Colantuono paga il quart’ultimo posto dell’Atalanta in classifica, con appena 3 punti di margine sul Cagliari. Soprattutto, però, la squadra non riesce più a esprimersi come ai livelli delle precedenti stagioni.
Nelle precedenti tre stagioni in A con il tecnico romano la squadra si era contraddistinta per due fattori che avevano fatto la fortuna dei nerazzurri e di molti fantallenatori.
Il primo era quello di una difesa solidissima in casa. Prendere Consigli significava avere una certezza nelle gare interne dei bergamaschi, perchè, tra le mura amiche, la retroguardia era solidissima.
Questi i numeri che lo certificano:
2011/2012: 19 gare, -15 reti. Porta imbattuta: 7 volte.
2012/201: 19 gare, -24 reti. Porta imbattuta: 5 volte.
2013/2014: 19 gare, – 22 reti. Porta imbattuta: 6 volte.
A qualcuno potrebbero sembrare cifre non importante, ma, per una squadra del livello dell’Atalanta, lo sono eccome. Quest’anno, invece, in 12 gare, le reti incassate sono già 20 e solo in due occasioni la porta è rimasta inviolata.
L’altro numero molto fantacalcistico era legato al suo bomber, Denis. L’argentino, che nelle precedenti tre stagioni aveva messo a segno 44 gol, quest’anno è fermo a quota 4.

SCARSO EQUILIBRIO
Questi due dati certificano un’involuzione nel modo di giocare dell’Atalanta. La squadra sfrutta molto meno le fasce e ha molto meno equilibrio. Un dato per tutti certifica questo problema. In casa, Cigarini e compagni hanno segnato 14 reti in 12 gare, ma, come detto, ne hanno subìte 20. In trasferta, dove hanno giocato una gara in, più, Sportiello ha raccolto 17 palloni nella propria porta, chiudendo imbattuto quatto volte. Questo significa che, quando la squadra è chiamata a fare gioco, non riesce ad avere equilibrio dietro e si espone agli arttacchi avversari. Viceversa, quando è chiusa, subisce poco, ma, non sa sfruttare l’arma del contropiede e finisce per essere sterile in attacco (appena 8 gol segnati, peggior score con Parma e Chievo).

ARRIVA REJA
Ora tocca a Reja raddrizzare la baracca. Il tecnico goriziano avrà 7 gare casalinghe (Empoli, Genoa, Lazio, Milan, Sassuolo, Torino, Udinese) e 6 esterne (Cesena, Chievo, Napoli, Palermo, Parma e Roma) per raddrizzare la baracca.
Due saranno gli imperativi del nuovo tecnico: ritrovare compattezza dietro e sfruttare il potenziale offensivo a disposizione. La sfida più grande sarebbe far convivere Denis e Pinilla. Se, però, l’argentino desse ancora segnali di crisi, si dovrebbe puntare tutto sul cileno, mettendolo in condizione di rendersi pericoloso.
Il gioco del tecnico della Lazio, potrebbe essere l’ideale per esaltare la velocità dei vari Gomez, Moralez, Emanuelson e rivitalizzare una squadra in crisi.

CONCLUSIONI
Reja rappresenta l’ultima chanche per provare a rendere fantacalcisticamente appetibili i giocatori dell’Atalanta. Ad oggi non possiamo ipotizzare come giocherà, nè su quali uomini punterà. Occorrerà vedere almeno un paio di partite per capire che futuro avranno molti dei giocatori presenti in rosa. Una cosa è certa: peggio di come sta andando ora è difficile ipotizzare. I nerazzurri hanno mezzi tecnici superiori sia al Cagliari che al Cesena. La salvezza non dovrebbe sfuggire. Si tratta solo di migliorare alcuni numeri che all’Atalanta non hanno sorriso finora.

[articolo letto 65 volte]

The post Atalanta, via Colantuno arriva Reja: miglioreranno i numeri della squadra? appeared first on FANTACALCIO NEWS.

Lecce, niente allungo: solo pari a Crotone

Allo Scida finisce 1-1 con le reti di Marilungo e Mendicino: pugliesi sempre primi a +2 sul Sassuolo