30a giornata di serie A

0
614

Secondo posto blindato. Il campionato può perderlo solo il Milan” così Antonio Conte fa le proprie dichiarazioni a fine partita, nel posticipo serale della trentesima giornata la Juve batte il Napoli 3 a 0. I partenopei risultano in grave deficit fisico, il solo Lavezzi corre e tenta di rendersi pericoloso ma non basta. La Juventus macina gioco ma è solo nel secondo tempo che riuscirà a rendersi veramente pericolosa e trovare i gol. Apre la partita un gol casuale di Bonucci, l’azione parte in un millimetrico fuorigioco per cui i bianconeri non avranno che lamentarsi questa volta. La squadra di Mazzarri, che aveva già fatto vedere poca cosa prima, ora crolla definitivamente e prima con Vidal, poi con Quagliarella, i ragazzi di Conte mettono al sicuro i tre punti.

Nell’anticipo di mezzogiorno la Roma di Luis Enrique chiude con un 5 a 2 la pratica col Novara, ormai con un piede in serie B. Sarà proprio la squadra di Tesser a passare in vantaggio con un bel colpo di testa dell’airone Caracciolo, ma la reazione dei giallorossi è immediata. Primo gol in Italia di Marquinho, raddoppio di Osvaldo e ancora tutti gol di testa. Nel secondo tempo arriveranno le reti di Simplicio, Bojan, l’inutile rete di Morimoto, e il settimo gol della partita a firma di Lamela. Da segnalare il bel gesto dell’attaccante ex Barcellona Bojan, nell’andare ad esultare ha mostrato una maglietta con dedica all’amico Abidal, di recente operato per un trapianto di fegato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.