Coppa Italia: finale a Roma, il 29 Maggio tra Inter-Palermo

0
631

Coppa Italia: la finale è Inter-Palermo
La Roma pareggia a San Siro: 1-1. Segnano Eto’o e Borriello (due pali).
L’Inter è in finale di Coppa Italia. Se la vedrà col Palermo, che ha eliminato il Milan martedì sera.
La partita di San Siro (bella e avvincente nel secondo tempo) finisce 1 a 1.
Segnano prima i nerazzurri con Eto’o, pareggia Borriello. Nel finale ci sarebbe un rigore su Milito, che l’arbitro Orsato lascia correre.
Leonardo quest’anno almeno un trofeo può portarlo a Moratti. Se Delio Rossi glielo permetterà.
 
Montella è senza Totti, ancora sotto squalifica, e sceglie per l’attacco Borriello e Menez, davanti a Doni ci sono Cassetti, l’ex Burdissso, Juan e Riise, a centrocampo tornano (out in campionato per… mano, è proprio il caso di dirlo, della Disciplinare) De Rossi e Perrotta, con un altro dal passato meneghino, Pizarro, e Simplicio, indisponibili anche Taddei (a sua volta squalificato) e Brighi, stagione finita. Padroni di casa con diverse seconde linee, in mezzo con Lucio, squalificato Ranocchia, c’è Chivu, a centrocampo Kharja e Mariga con Zanetti e Cambiasso, coppia gol Eto’o-Pazzini (che ricordi da brivido per la Roma un anno esatto fa con la Samp…), solo panchna per Milito e il recuperato Motta.

Primo tempo non certo esaltante, l’Inter controlla, la Roma non affonda più di tanto, anche se l’occasione migliore è per De Rossi, dopo l’intervallo ospiti col look rifatto, fuori Simplicio e Pizarro, dentro Vucinic e Greco, ma passano gli ormai ex tricolori, torna al gol Eto’o, a secco da un po’ ma di recente uomo assist per eccellenza, destro nell’angolino, Doni impotente e finale, proprio a Roma, a un passo, visto che ai giallorossi servirebbero ora due reti.

Altri cambi, tocca al baby Caprari, seconda di fila dopo la presenza nel finale col Milan, Leo replica con Milito per Pazzini e Motta per Kharja, l’argentino si divora il raddoppio, Borriello prima spaventa Julio Cesar, poi centra il palo, discorso qualificazione che si sarebbe potuto riaprire, e non chiuso poco dopo ancora da Eto’o, ma i minuti passano, e il Palermo, qualificatosi a spese del Milan neoscudettato, sembra ormai vicino. A 6′ dal 90′, però, di nuovo Borriello ha la palla buona, e, di testa, non la sbaglia, 1-1 e sofferenza finale per il pubblico interista.

Ultimi istanti palpitanti, Maicon, diffidato, becca un giallo da Orsato e si gioca comunque il posto in finale, l’assalto giallorosso non serve, anche Doni chiude al cospetto di Julio Cesar, ma finisce 1-1, e l’Inter si regala una chance per chiudere col sorriso, Roma rimandata agli ultimi 180′ di campionato, ma gli smacchi cominciano ad essere troppi.  

 
 
Palermo-Milan 2-1
Il Palermo è in finale di Coppa Italia, il Milan di Allegri per quest’anno non la vincerà. La sentenza del Barbera di Palermo è netta, anche se Ibrahimovic segna il gol dei rossoneri al 94°, nel penultimo minuto di recupero.
Un traguardo storico per i rosanero che, dopo il 2-2 di San Siro, vincono in casa per 2-1 e vanno in finale di Coppa Italia dopo 32 anni.
La squadra di Delio Rossi ieri sera ha meritato la vittoria.
Dopo un primo tempo molto accorto, è diventata aggressiva nel secondo, segnando due gol e mettendo a lungo in difficoltà i rossoneri. Robinho si è divorato, comunque , al 4° del primo tempo un gol che poteva cambiare l’andamento della partita. Stasera a San Siro si gioca l’altra semifinale: Inter-Roma (ore 20,45, RaiUno, andata 0-1 per i nerazzurri, gol di Stankovic)). Non ci sarà Totti, squalificato.
Il capitano – intervistato ieri agli Internazionali di tennis – ha detto di aspettare i suoi compagni in finale all’Olimpico.
Ma Leonardo non sarà d’accordo.

 
Palermo in vantaggio al 63°
Palermo in vantaggio al 18° del secondo tempo. Segna Migliaccio e prenota la finale.
Ma la squadra di Delio Rossi dall’inizio del secondo tempo aveva schiacciato i rossoneri nella loro metà campo.
Il gol arriva su calcio d’angolo. Migliaccio anticipa Thiago Silva e segna un gol che manda in delirio tutto lo stadio.
Ora il Milan deve segnare due gol e non subirne per andare in finale.
Allegri manda in campo Ibrahimovic e richiama Seedorf in panchina, tentando il tutto per tutto.
 
Il raddoppio, le due squadre in 10
Ma dieci minuti dopo Van Bommel abbatte Ilicic in area. Fallo da ultimo uomo: rigore e espulsione.
Sul dischetto va Bovo, che non sbaglia: 2-0. Ma tre minuti dopo il gol Bovo si fa prendere dalla frenesia e commette un bruttissimo fallo su Pato. Espulso.
All’83° Ibra colpisce per due volte il palo. Allegri tenta il tutto per tutto e fa entrare anche Cassano al posto di Nesta.
Ma la finale sembra ormai compromessa.

 
Il primo tempo era finito senza gol
Coppa Italia: ancora 0 a 0 a Palermo al 12° minuto del primo tempo, ma il Milan ha sprecato un’occasione clamorosa con Robinho al 4°.
L’attaccante, solo davanti a Sirigu dopo uno splendido passaggio di Pirlo, calcia sopra la traversa.
Il Palermo non sta però a subire gli attacchi del Milan.
Prima Pastore e poi Hernandez si muovono pericolosamente.
Al 25° resiste lo 0 a 0.
I rossoneri tengono in mano il pallino del gioco, ma non sono precisi nell’ultimo passaggio.
Il , a dieci minuti dalla fine del primo tempo, resiste sullo 0-0, anche se c’è da tener presente che al Milan basta vincere 1-0 per andare in finale.
Al 35° Delio Rossi sostituisce Aquah e fa entrare Bacinovic, Sembra un cambio tecnico, perché Aquah non è sembrato infortunato.

Il Milan continua ad attaccare, ma non trova la via del gol e il primo tempo finisce senza reti.

Il Milan vuole andare in finale
Semifinale di ritorno, stasera, per la Coppa Italia di grande richiamo. In cartellone c’è, infatti, Palermo-Milan, con i padroni di casa favoriti dal 2 a 2 raccolto sul prato di San Siro all’andata.
Un pareggio per 0 a 0 o per 1 a 1 qualifica, infatti, la squadra di Delio Rossi.
Ma il Milan vuole vincere per aggiungere la Coppa Italia allo scudetto e segnare, così, definitivamente la sua stagione. E avrà un alleato in più per battere i rosanero. Molti tifosi juventi, infatti, questa sera tiferanno per la squadra di Allegri: se il Palermo andrà in finale, infatti, alla Juve non basterà il settimo posto per andare in Europa League.
Appuntamento in diretta tv alle 20,45 su RaiUno.
Ibra non ce la fa a recuperare da un infortunio subito domenica. Giocheranno Pato e Robinho dal primo minuto.
In dubbio, all’ultimo minuto, anche la presenza di Boateng.
 
Le probabili formazioni
Delio Rossi, che domenica scorsa ha fatto riposare alcuni elementi di spicco della sua squadra, dovrebbe scendere in campo con Sirigu, Cassani, Golan, Bovo, Balzaretti, Migliaccio, Bacinovic, Nocerino, Ilicic, Pastore e Pinilla ferrera.
Allegri dovrebbe rispondere con Abbiati, Abate, Thiago Silva, Yepes, Zambrotta, Flamini, Von Bommel, Seedorf, Boateng, Pato e Robinho.
Arbitra il signor Rocchi di Firenze.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.