I candidati del toto “dopo-Prandelli”.

0
828

Brasile-20141In Brasile il Mondiale 2014 segnerà, la fine dell’era Prandelli. Non c’è ancora stato l’annuncio ufficiale, ma una volta conquistato l’accesso per il Mondiale 2014, l’addio del c.t. azzurro sembra ormai certo. Da qui inizia il toto-allenatori; tra le domande più gettonate dei giornalisti: “Le piacerebbe allenare la Nazionale?”
Allegri sembra essere il più quotato e dichiara: “Credo che per ogni allenatore sia normale avere l’ambizione di allenare la Nazionale. In questo momento sto bene al Milan e voglio restarci. Ora pensiamo a raggiungere i risultati prefissati a inizio stagione”.
Giovanni Trapattoni, c.t. dell’Italia dal 2000 al 2004, fa qualche nome: “Antonio Conte ha sia l’entusiasmo, sia l’esperienza. Ritengo però che l’esperienza della Nazionale debba essere il punto conclusivo di una carriera. Meglio puntare su un tecnico più navigato come Zaccheroni perché a volte la Nazionale brucia”.
Sembrerebbe pure che pochi giorni fa, Fabio Cannavaro, che ricordiamo essere stato difensore della Juventus e della Nazionale, si sia proposto, anche se secondo quanto lui stesso dichiarato, non avrebbe ancora ricevuto alcuna telefonata dal presidente della Figc Abete, ma annuncia: “se la chiamata dovesse arrivare, non mi nascondo. Sarebbe un onore ed un orgoglio per il sottoscritto”.
Capello invece, attuale ct della Russia, respinge l’ipotesi di un futuro da ct dell’Italia e dichiara che la sua carriera si concluderà con l’esperienza in Russia.
Tra i vari nomi spunta anche quello di Stefano Pioli (allenatore del Bologna), che dichiara di essere felice di essere preso in considerazione.
Non ha dubbi nemmeno Antonio Conte, che alla guida della Juventus dal 2011 dichiara che pur non sapendo cosa succederà dopo il Mondiale in Brasile, di essere felicissimo a Torino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.