Juventus-Palermo 1-0. Festa tricolore.

0
604

images3La Juventus batte il Palermo per una rete a zero e conquista il ventinovesimo scudetto, anche se la dirigenza e la squadra festeggiano con lo scudetto che porta la scritta del numero 31, ciò significa che per la Juventus non significa niente l’inchiesta che ha portato alla revoca di due scudetti. La Juventus sostiene che gli scudetti sono trentuno perché li hanno guadagnati sul campo, e Moggiopoli? Secondo me farebbero bene ad ammettere i propri errori così ne acquisterebbero in simpatia. Apre la serie di occasioni per la squadra bianconera Arturo Vidal con un destro a giro che si perde a lato di moto. Lichsteiner si invola sulla destra e serve Vucinic che tira da buona posizione ma Sorrentino para con le gambe. Poi Pirlo dalla bandierina ma Vucinic sbaglia e la palla va fuori. Nella ripresa la prima vera occasione la ha il Palermo con Miccoli ma il rosanero colpisce la base del palo con un bel diagonale rasoterra. Al 58’ Vucinic viene spintonato e l’arbitro concede un rigore apparso dubbio. Dal dischetto Vidal non sbaglia ed è il gol del vantaggio juventino. Pogba serve Vidal che tira una botta tremenda dal limite dell’area ma Sorrentino para. . Il Palermo attacca ed Hernadez per poco non pareggia. Poi la Juventus va vicina al raddoppio con  Fabio Quagliarella che stampa un bel tiro sulla traversa. Paul Pogba è protagonista di un brutto episodio, fino a quel punto il migliore in campo, si scontra con Aronica che gli mette una mano in faccia, volano parole pesanti tra i due e Pogba, forse per l’inesperienza (appena ventenne il francese), sputa ad Aronica e viene espulso dall’arbitro, oggi gli sono state comminate tre giornate di squalifica. Al 94’ il Palermo ha la possibilità di pareggiare ma Buffon blocca. Finisce la partita ed è festa tricolore bianconera.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.