Serie A: Sabato di Pasqua

0
581

Per la prima volta in questa stagione, le partite della serie A si disputano tutte lo stesso giorno. Si inizia alle 15.00 con Atalanta-Siena, Cagliari-Inter, Cesena-Bologna, Chievo-Catania, Lecce-Roma, Milan-Fiorentina, Novara-Genoa, Udinese Parma. Quando ormai sarà certo l’esito della sfida dei rossoneri contro i viola, scenderà in campo la squadra di Conte per Palermo-Juventus delle 18.30. Ultimo posticipo di oggi sarà Lazio-Napoli, scontro decisivo per il terzo posto e l’ingresso in Champions League, alle ore 21.00.

Sebbene ogni partita ora sia fondamentale per l’alta o bassa classifica, almeno un occhio degli appassionati di calcio italiani sarà rivolto a San Siro, dove potrà tornare a calcare il terreno di gioco, dopo 5 mesi di stop, Antonio Cassano. Dopo aver fermato bruscamente l’attività agonistica, essersi sottoposto all’operazione al cuore, e avviato un lento ma decisivo recupero, il talento di Bari vecchia ha ricevuto l’ok dei medici e sopratutto la fiducia dell’allenatore. Allegri è andato infatti a dichiarare “Cassano sta bene fisicamente, ovviamente per quelle che possono essere le sue condizioni. Ha tanta classe e questo può sopperire alla forma. La sua autonomia? 20-30 minuti, vedremo”.

Dal canto suo Cassano è stato più che sincero nello svelare le sue sensazioni ai giornalisti, nonostante abbia affermato che nel caso non sia più “quello di prima” lascerà il calcio volendo preservare il ricordo del campione, si è mostrato estremamente entusiasta del suo prossimo ritorno in campo “Se Allegri mi dice di entrare, con l’entusiasmo che ho posso volare”.

Sul versante Juve il tema più scottante è ben lontano dal calcio giocato, riguarda invece la chiamata in causa, se pur per vie indirette, dell’allenatore Antonio Conte nella questione calcio scommesse, che ha ulteriormente sconvolto il mondo sportivo dopo la cattura e la confessione dell’ormai ex difensore Masiello. L’allenatore bianconero avrebbe in passato ricevuto una telefonata e un sms da Antonio Bellavista, che chiedeva informazioni sulla partita Siena-Sassuolo “È una bufala non c’è stata alcuna telefonata, nessun messaggio. Come mai tutto questo risalto? C’è un gioco dietro. Non mi devo difendere da nulla. Non sono deluso, e nemmeno arrabbiato o sorpreso. Tutto questo fa parte del gioco. È un gioco che non condivido, non è un bel gioco. Ma c’è. Ho letto la notizia che mi riguardava su diversi quotidiani, mi ha fatto sorridere. La stessa notizia era stata riportata da un quotidiano 8 mesi fa. Questo fa capire tante cose”.

Intanto la Juventus deve dimenticare certe questioni e concentrarsi sulla partita odierna, non certo facile contro un Palermo, che in Sicilia non concederà vita facile a Buffon e compagni. Conte tornerà al modulo già vincente contro il Napoli, un 3-5-2 che porterà in attacco la coppia Quagliarella-Vucinic. Per i rosa-nero Silvestre, Mantovani e Balzaretti sono indisponibili, potrebbe debuttare dal primo minuto il diciottenne Di Chiara. Bortolo Mutti ci crede “Ai ragazzi ho detto che è bello giocare partite così, affrontiamola con tranquillità. Chiunque vada in campo darà il meglio di sé. Non partiamo già battuti”.

Fra gli altri incontri sarà sicuramente combattuta la sfida tra il Lecce di Serse Cosmi e la Roma di Luis Enrique, da un lato ci sono i punti determinanti per sperare ancora nella salvezza, dall’altro quelli per sperare di entrare nell’Europa che conta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.