Guida alla serie A…Lazio

0
1084

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio

La Lazio prova a normalizzarsi, ma non è facile: dalla farsa Bielsa alla campagna acquisti deficitaria (finora) i biancocelesti vanno incontro ad un’altra stagione con molte ombre.

LA SQUADRA – Inzaghi riparte dal 4-3-3, ma gli esterni latitano. Ceduto Candreva, con Keita e Felipe Anderson sul piede di guerra, ipotizzare una formazione coerente non è facile. Proviamo ad abbozzare una formazione in base a quello che si è visto nelle amichevoli. La linea a quattro di fronte a Marchetti dovrebbe essere composta da Basta, Wallace, De Vrij e Lukaku. A centrocampo c’è il terzetto Parolo-Biglia-Lulic. In attacco, con Immobile, i due ribelli Felipe Anderson e Keita. In formazione potrebbero entrare anche Milinkovic-Savic, Cataldi e Leitner al posto di Parolo, Biglia e Lulic. Rimane l’incognita Morrison. Gli altri “riservisti” sono  Patric, Mauricio, Radu, Hoedt, Bisevac, Kishna e Djordjevic.

GIOCATORI DA PRENDERECome certezze assolute diamo solo Biglia, Lulic e De Vrji (se sta bene). Tutti gli altri giocatori li rimandiamo alle altre “sezioni”.

GIOCATORI DA EVITARE –  Marchetti non convince, come il suo collega Berisha. In questi ultimi anni le “papere” sono aumentate rispetto agli interventi decisivi. La difesa, poi, è imbarazzante. Basta e Radu stanno più tempo in infermeria che in campo. Bisevac, Mauricio e Hoedt non valgono un difensore centrale di Lega Pro. Patric manca di maturità tecnico-tattica. Djordjevic non ha fatto il salto di qualità sperato.

ALTRI GIOCATORI: LE SORPRESE – Diamo fiducia a Leitner. Il giocatore è interessante: tatticamente disciplinato ha anche un bel bagaglio tecnico. Inoltre, ha anche un discreto fiuto per il gol. In mezzo alla bagarre laziale potrebbe emergere.

ALTRI GIOCATORI: LE INCOGNITE –  Viste le tante incognite, qui, diciamo anche i crediti che, a nostro giudizio, andrebbero spesi per ogni singolo giocatore. Parliamo, ovviamente, di aste tra amici. Partiamo dalla difesa.
Wallace è, in teoria, il centrale titolare. Durerà? I dubbi ci sono: in Francia è apparso spesso distratto e poco reattivo, finendo per fare anche figure barbine. Figurarsi in serie A. Gli diamo il beneficio del dubbio, ma Inzaghi ci dovrà lavorare su parecchio. Da prendere sotto i 10 crediti.
Discorso simile per Jordan Lukaku. Il ragazzo ha qualità, ma dal punto di vista tattico è lontano anni luce dalla serie A. Anche qui, Inzaghi dovrà lavorare molto. Anche qui, mettere più di 10 crediti sarebbe azzardato.
Altre incognite sono Milinkovic-Savic, Kishna e Cataldi. Tecnicamente nessuno dei tre si discute, ma devono crescere dal punto di vista della personalità. Più di 15 credi non vale la pena spendere.
Discorso simile per Morrison. Tecnicamente il più forte della rosa biancoceleste, ma il carattere lo frega. Da prendere ad 1 per chi ci crede.
Per Parolo c’è da capire il suo rendimento sotto rete. A 25 crediti, può essere ancora conveniente. Senza gli assist di Candreva e con i due “ribelli” che non si capisce che fine facciano, la vediamo dura.
Proprio F. Anderson e Keita sono due enormi punti interrogativi: se rimangono contro voglia, saranno un flop assicurato. Non svenatevi per loro. Più di 35-40 crediti è un azzardo.
Infine Immobile. In carriera due titoli di capocannoniere, ma anche i fallimenti con Genoa, Borussia e Siviglia. L’impressione è che non regga la pressione. A Roma c’è n’è tanta. Non è, quindi, scontato che arrivi in doppia cifra. Occhio alla spesa. Se la Lazio inizia ad andare male, lui sarà tra i primi a mollare. Quindi, per quanto possa sembrare allettante, noi cercheremmo di evitare la cifra con due zeri.

Probabile formazione

RIGORISTA: Biglia
ASSISTMAN: Biglia
GOLEADOR: Immobile
LA RIVELAZIONE: Leitner
LA DELUSIONE: F.Anderson

Fonte :

Guida alla serie A…Lazio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here